< Torna indietro

Bagel, cosa sono e come farcire i famosi panini americani

Bagel, cosa sono e come farcire i famosi panini americani

Il bagel è il tipico panino col buco al centro che, dopo aver spopolato a New York, è diventato famoso in tutto il mondo. Il bagel, però, vanta radici antiche e importanti che affondano nell’Europa Ebraica del XVII secolo; è il cibo da strada newyorchese più diffuso, molto più del classico hot dog o del tipico trancio da pizza NYC style da mangiare durante le pause pranzo di lavoro.

Ma perché il bagel piace così tanto e ottiene talmente successo da essere esportato in tutto il mondo?

Prima di tutto perché il pane acquista un sapore delizioso, grazie alla doppia cottura che ne restituisce delle proprietà davvero interessanti; e secondo perché è sfizioso e versatile, adatto a essere farcito con mille gusti e altrettanti ingredienti.

Fine Food Group è lo shop online in cui acquistare tante versioni di bagel appetitosi per arricchire il menu del proprio ristorante e accendere un sorriso nel volto del cliente, dall’adulto appassionato di cibo internazionale, fino al bambino curioso e super affamato!

Scopriamo assieme tutte le curiosità sul celebre panino da strada con il buco in mezzo, la ciambella salata che conquista i cuori di tutti.

Bagel - Panini americaniBagel, un delizioso panino targato New York City

Il bagel si riconosce subito per la classica forma a ciambella e per il pane dalla consistenza morbida, soffice ma allo stesso tempo croccante (chewy in slang americano). Questo tipo di pane è molto apprezzato nelle città di costa degli Stati Uniti e soprattutto dove c’è una forte presenza di comunità ebraiche, prime fra tutte appunto New York e Boston.

Proprio così, perché il bagel fa parte della cucina kosher, per le sue caratteristiche particolari che andremo a snocciolare, ma oggi è andato ben oltre il ghetto ed è stato sdoganato in tutti gli USA. Oggi il bagel si mangia a colazione, durante il brunch, il light lunch e lo snack – e perchè no? – anche a merenda nel pomeriggio.

Il nome bagel è una parola yiddish, apparsa per la prima volta in un regolamento comunitario di Cracovia, nel 1610; deriva da beugel, che significa anello o braccialetto e riprende la forma a ciambella tipica del panino.

Oggi questo tipo di preparazione da forno resiste ancora in Europa con il nome di obwarzank, e nonostante siano differenti per forma dai parenti a stelle e strisce, sono analoghi per l’impasto del pane: scopriamolo insieme!

Si tratta di un prodotto ad altissimo contenuto di glutine che, dopo aver lievitato, viene tagliato ad anelli, bollito e successivamente cotto in forno.

Prima della cottura, il pane viene condito con la granella di semi di papavero o di sesamo.

La forma liscia americana, rispetto a quella a treccia di Cracovia, deriva dalle varie ricette e dalle preparazioni che si sono diffuse dalle prime esportazioni nel Nuovo Mondo.

La diffusione del bagel in America

Bagel - Cosa sonoDalla Polonia, il bagel viene esportato nel nuovo continente già dal 1608, quando decine di gruppi di lavoratori di Danzica vengono assunti per la costruzione della colonia della Virginia e quando nobili e soldati partecipano alla campagna della rivoluzione americana.

È nel XIX secolo, però che prende forma la prima comunità ebraica ashkenazita americana; nel 1880 circa un 25% dei 7.7 milioni di ebrei nativi nell’Eurpoa Orientale hanno già trovato una nuova casa, e una nuova vita, nelle coste statunitensi.

È chiaro come una migrazione di tale portata abbia facilitato la diffusione di usi e costumi differenti, tra cui l’esportazione del bagel particolarmente apprezzato da tanti nostalgici ebrei: questo business diventa talmente forte che conduce, addirittura, alla creazione di un sindacato corporazione nel 1915, il Bagel Bakers Local 338.

Con cosa si farcisce il bagel? Ma è chiaro, con il classico formaggio spalmabile per eccellenza, il Cream Cheese di Philadelphia, e con il salmone marinato a secco dei marinai scandinavi approdati negli Stati Uniti, il mitico lox: ecco la ricetta classica di uno street food che conserva le sue antiche origini europee.

Durante gli anni del boom economico e dell’industrializzazione, da prodotto da forno di stampo artigianale, il bagel viene massificato e replicato su scala industriale a livelli esponenziali, tanto che oggi è assai probabile trovarlo sulla tavola di qualunque americano, di qualsiasi etnia.

Oggi, sul suolo a stelle e strisce, il bagel si trova facilmente sugli scaffali dei grandi supermercati, realizzato dai più comuni marchi della grande distribuzione, ma è molto diffuso anche nelle piccole botteghe artigianali ebree che ancora rispettano le regole kosher ammesse dalla Torah. In questi casi, per esempio, nella bottega dove si vende il bagel non è possibile acquistarlo già farcito, in quanto non è concesso vendere latticini e carni nello stesso esercizio, in quanto prodotti di derivazione animale.

Tanti bagel per tanti condimenti

Su Fine Food Group, lo shop online specializzato in cibo Tex-Mex, americano e messicano, è possibile acquistare differenti versioni di bagel per tutti i gusti, come il bagel natural, il bagel poppy, le versioni con il sesamo oppure condite con semi misti. Vediamone le caratteristiche!

  • Bagel Natural: si tratta dell’iconico panino a ciambella con il buco al centro, liscio, senza la presenza di alcun tipo di seme. Una texture uniforme e omogenea che si presta non solo per preparazioni salate, ma anche dolci, ad esempio di marmellata, panna montata, cioccolato.
  • Bagel Poppy: è l’iconica ciambellina soffice e croccante condita da una invitante guarnizione di semi di papavero che le conferisce un colore scuro e un gusto aromatico al palato. È l’ideale da servire farcita con il classico salmone affumicato e la crema spalmabile di formaggio.
  • Bagel Sesamo: si distingue per un sapore naturale e apprezzato da tutti, perfetto con qualunque tipo di farcia, meglio se diretta verso un gusto orientale, con salsa di soia a guarnizione finale.
  • Bagel Multigrain: è il bagel superfood per gli amanti del benessere e della salute, condito con una granella di semi misti come papavero, sesamo, semi di chia. Ottimo in versione veg, con guacamole e verdure grigliate.

Come farcire i bagelBagel, la ciambellina soffice e croccante pronta da farcire

Le ragioni per cui il bagel piace così tanto sono svariate. Per prima cosa, il suo aspetto giocoso: il buco in mezzo evoca un giocattolo da spiaggia, un salvagente, l’anello da lanciare sul palo e altri giochi analoghi. Insomma, ci fa tornare un po’ bambini! Il suo aspetto compatto, invece, attrae lo stomaco: un ottimo street food easy da portarsi dietro in pausa pranzo, un panino che si può consumare in piedi e facile da mangiare anche se si ha poco tempo e non si riesce a sedersi a tavola per un pasto completo. A differenza dell’hot dog, dell’hamburger o della classica pizza al trancio NYC style, il bagel può diventare un super food, cioè un cibo equilibrato e ricco di principi nutritivi e benefici, pur conservando un approccio veloce e di facile consumo. Un esempio? Si può mangiare nella versione vegetariana e farcire con avocado, spinaci, melanzane….

Un altro aspetto che piace tantissimo del bagel è la consistenza tipica del pane, morbida e soffice ma allo stesso tempo croccante che deriva dalla doppia cottura. L’impasto, dopo la lievitazione, viene prima sbollentato o bollito e poi cotto al forno sotto forma di ciambelline.

Una forma sfiziosa per tanti ingredienti stuzzicanti: pastrami (contravvendo alla tradizione che lo vuole consumato con pane di segale, trovi una ricetta qui), pulled salmon, tartare di carne, ham e prosciutto, salumi e affettati, ma soprattutto la classica cream cheese. Si tratta semplicemente del formaggio Philadelphia, creato dalla celebre marca Kraft sin dai primi anni anni ’50, che è entrata a far parte del nostro vocabolario più comune.

Uno strato di formaggio dalla punta leggermente acidula, derivato della panna acida italiana, pratico e gustoso, leggero e più digeribile del burro: non cola, non sporca e fa un tutt’uno con il pane.

Il formaggio spalmabile è un ingrediente versatile, può essere sostituito con successo con sour cream, per un effetto più vellutato, o con formaggi dal carattere più deciso come l’halloumi, ottimo anche grigliato e condito con erbette mediterranee insieme a olive nere e  pomodorini.

Naturalmente, il bagel è perfetto con il pesce affumicato (trota, salmone, pesce spada), accompagnato da salse acidule o agrodolci, che puoi scegliere tra le tante specialità raccolte nella categoria Salse del catalogo Fine Food Group. Tutte le American Sauces della linea Cannery Row, per esempio, con il loro carattere fortemente american oriented, si prestano perfettamente a condire i bagels. 

Come lo vedete, tanto per dirne una, un ottimo bagel al sesamo ripieno di pulled chicken, due foglie di croccante lattuga e tanta tanta Caesar Salad Dressing che fuoriesce dal buco? Da leccarsi le dita!  

I bagel: tante occasioni per tanti menu differenti

Menù con i bagelIl bagel è una ricetta che si presta a tante occasioni, perfetto per il vostro ristorante ispirato ai favolosi anni ’50 e in stile American Graffiti; buono, gustoso, sfizioso, lo puoi mangiare seduto al bancone sugli iconici sgabelli, al ritmo del rock più scatenato. Lo puoi addentare mentre ti appoggi al juke box, o mentre stai guardando un film al drive in, abbracciato al tuo amore…

Ma il bagel è anche molto “cool”, adatto ad ambienti minimal con sottofondo di musica fusion o light jazz. Se vuoi creare un menu per una serata a tema, per una festa di laurea per esempio, una sfilata di ciambelline farcite, assortite di gusti e colori delicati, appagheranno per prima cosa la vista, e subito dopo anche il palato!

Lasciati ispirare dagli iconici bagel farciti se hai un food truck e ti piace vendere cibo da strada: puoi rendere ancora più particolari le tue ricette, ad esempio realizzando un panino italo americano con bagel e gli ingredienti regionali più svariati. In Sicilia può diventare la variante al pani câ meusa, il tipico panino con la milza che viene condito con salsa verde e altri intingoli appetitosi.

Hai mai pensato, ad esempio, all’abbinamento del bagel con il tradizionale lampredotto toscano? In Italia, grazie alla ricchissima varietà di squisitezze locali, la scelta è praticamente infinita.

Se vuoi unire innovazione e cibo tradizionale, il catalogo Fine Food Group può offrire molti spunti. Bagel multigrain e chorizo, l’aromatica salsiccia ispano-messicana? Niente male davvero!

Bagel Poppy e tender cactus con abbondante salsa piccante?

Bagel Natural e Salmon burger (a cui avrai asportato il cerchietto centrale per allinearsi alla forma ad anello del panino, che riutilizzerai per creare tartine mignon…), con salsa Lemon & Herb Peri Peri

Le combinazioni sono tantissime e il limite è solo la fantasia dello chef. Ma voi siete chef senza limiti, doesn’t? 

 

 

Condividi

articoli correlati

Hamburger online: ordina la migliore selezione di burger

Chi non ha mai gustato un succulento e caldo hamburger in vita sua? Siamo pronti a scommettere che tutti, nessuno escluso – nemmeno i proseliti del vegetarianesimo – abbiano fatto questa appagante esperienza. Ne siamo certi perché oggi hamburger non … Leggi tutto "Hamburger online: ordina la migliore selezione di burger"
Leggi

Sour cream: cos’è e dove comprarla

La panna acida si chiama in modi differenti nelle varie parti del mondo: crème fraîche in Francia, la terra da cui ha origine, e sour cream negli Stati Uniti, dove ha conosciuto grande fortuna. Si tratta di una preparazione a … Leggi tutto "Sour cream: cos’è e dove comprarla"
Leggi

Potato Dippers, il contorno perfetto per il tuo locale

Chi dice patate dice gusto! E chi fa ristorazione, a prescindere dallo stile della cucina proposta, deve averle nel proprio menu, in tutte le forme e le varianti possibili, con salse e abbinamenti. Questo alimento dalla storia millenaria – ma … Leggi tutto "Potato Dippers, il contorno perfetto per il tuo locale"
Leggi