< Torna indietro

Tuna cubes, i migliori cubetti di tonno per poke bowls

Tuna cubes, i migliori cubetti di tonno per poke bowls

I Tuna cubes surgelati di Fine Food Group sono cubetti che vengono ricavati con cura da tonni provenienti dalla cattura selvatica. Un ingrediente versatile, appetitoso e pratico,  sempre più spesso impiegato in ricette di tendenza come le poke bowls.

La poke bowl, nello specifico, è una preparazione elaborata negli Stati Uniti che si ispira al tradizionale poke, piatto hawaiano che ha alla base una proteina, il pesce crudo, il quale viene tagliato a cubetti e poi condito e marinato a piacimento.

Il poke nasce dalla consuetudine dei pescatori delle Hawaii di tagliare a cubi il pesce per poi mangiarlo immediatamente al naturale come pasto veloce sulla loro barca. Solo successivamente vennero aggiunti altri ingredienti e condimenti diventando un vero e proprio piatto della tradizione locale.

Storia della poke bowl

Poke bowl hawaianaPer trovare traccia delle prime poke bowl dobbiamo risalire agli anni ‘70, quando tale ricetta, in accordo con le sue origini semplici e “marinare”, prevedeva alla base un po’ di pesce crudo ben sfilettato tagliato e condito solo con sale delle Hawaii e alga.

È a partire da tempi relativamente recenti, intorno al 2012, che questo piatto inizia a diffondersi anche negli Stati Uniti, in quei ristoranti definiti “fast casual restaurants” quei locali cioè che, pur mantenendo il concetto di pasto veloce sdoganato dai Fast Food, ne eleva la qualità generale offrendo un menu più ricercato.

Dal 2014 a oggi, questo trend è praticamente raddoppiato, e la poke bowl ne è al centro dell’offerta. Le versioni proposte prevedono sia quella della tradizione, sia una versione modernizzata dello stessa. Il modo più amato e diffuso di offrire la poke bowl oggi è quello di lasciar personalizzare il piatto al cliente che può scegliere tra gli ingredienti principali ed i vari condimenti messi a disposizione. Gli amanti della poke bowl preferiscono nettamente questa opzione!

È nato addirittura un festival dedicato alla poke, che celebra in tre giornate questo piatto e le sue infinite varianti: “I Love Poke Festival”, l’evento che quest’anno è previsto a maggio nella città di San Diego in California.

Il poke che conosciamo noi, però, è differente rispetto a quello preparato nelle isole hawaiane. Questo perché la nostra variante viene condita al momento e non come vuole la ricetta originale, marinata in precedenza.

Le caratteristiche della Poke Bowl

Si sa, grazie a determinate ricette è possibile viaggiare nel posto di origine. Il paradiso delle Hawaii irrompe nelle nostre tavole grazie al poke, tipico piatto del luogo. In poche parole quando si parla di poke si fa riferimento ad una sorta di insalatona di pesce crudo marinato ed arricchito con variegati ingredienti.

Il termine poke nella lingua hawaiana vuol dire letteralmente tagliare, affettare. Oltre al pesce crudo può essere realizzata con riso o insalata alla base. La versatilità di questo piatto fa sì che gli ingredienti abbinabili siano davvero molti, si pensi alle alghe, all’avocado, allo zenzero, alle olive, all’edamame e tanti altri. Il trucco è lasciarsi andare ai propri gusti e alle proprie fantasie per creare ogni volta un piatto unico e ricco di sapori. Anche se la poke bowl è prettamente un piatto fresco, ultimamente è molto apprezzato non solo come piatto estivo.

Poke bowl con Tuna cubesOltre al tonno per poke, le proteine alla base possono essere anche salmone, polpo, gamberi o qualsiasi altro pesce disponibile. Naturalmente, anche se la poke originale richiede il pesce, la natura stessa di questo piatto che accoglie così tante varianti ne rende possibile anche versioni che come proteina di base prendano la carne. Di pollo, di maiale, in versione pulled, in bocconcini… no limits alla fantasia!

Proprio perché gli ingredienti che possono essere utilizzati sono così tanti, nei ristoranti si è iniziato a proporre l’opzione build-your-own-bowl. In tal modo è possibile creare una poke del tutto personale scegliendo tra gli ingredienti a disposizione. Di seguito troverete un paio di ricette gustose nelle quali gli ingredienti principali sono proprio i tuna cubes surgelati.

Poke bowl con Tuna cubes

Una ricetta base per creare un poke bowl a base di cubetti di tonno, prevede pochi semplici ingredienti freschi.

Per iniziare, private il peperoncino del suo picciolo, prelevate i semi al suo interno e poi tagliatelo a rondelle. Dopodiché, dopo averlo fatto scongelare, prendete il tonno tagliato a cubetti, trasferitelo in un recipiente capiente e condite con un po’ di cipollotto a fettine sottili, peperoncino, semi di sesamo. Condite con olio di semi di sesamo pressato a freddo (ma se non ne avete andrà bene anche il nostrano extravergine di oliva) e per concludere aggiungete la salsa di soia. Se ne disponete, insaporite anche con sale delle Hawaii ma, data la sapidità della salsa di soia, ricordate di regolarvi con il dosaggio.

Insalata con tuna cubesMescolate per bene con l’aiuto di un cucchiaio, così che gli ingredienti vengano amalgamati uniformemente tra di loro.

Con una pellicola da alimenti andate a coprire il recipiente e fate marinare il composto nel frigorifero per un tempo che può oscillare da una a due ore circa. Una volta trascorso il tempo della marinatura, potrete servirlo in porzioni e gustare tutta la sua bontà.

Per quanto riguarda la conservazione, il consiglio è quello di consumare nell’immediato la poke bowl, oppure un’alternativa valida potrebbe essere quella di preparare tutti gli ingredienti e comporre poi il piatto quando occorre.

Per offrire un piatto completo, il consiglio è di servire la vostra poke bowl accompagnata da riso basmati o altro cereale cotto al vapore. Rendete unico il vostro poke con l’aggiunta di avocado o zenzero grattugiato.

Insalatona con Tuna cubes

Non solo poke bowl, per gustare i cubetti di tonno Fine Food Group! Un altro piatto leggero, veloce nella preparazione e che dona freschezza al palato è senza dubbio l’insalata con tonno fresco, mango e semi di sesamo. Un piatto che per  la velocità di preparazione e la ricchezza di valori nutritivi è adatto in tutte le stagioni dell’anno. Se non avete tra gli ingredienti a vostra disposizione il mango, potete tranquillamente sostituirlo con l’avocado. In entrambi i casi avrete preparato un piatto per i vostro clienti non solo ottimo e sano, ma anche molto bello da vedere.

Prima di tutto, avrete avuto cura di lasciar scongelare lentamente i tuna cubes. Una volta pronti, disponeteli in un recipiente e irrorateli con un po’ di olio extravergine di oliva. Spargete dei semi di sesamo e mescolate il tutto per bene. Nel frattempo, dopo aver scaldato una padella antiaderente, gettate i cubetti di tonno e lasciate cuocere circa un minuto per far sì che siano scottati leggermente e rosati al loro interno. Disponete il pesce in un’altra ciotola e lasciatelo raffreddare.

Dopo aver lavato, sbucciato e tagliato a pezzettini il mango conditelo con qualche goccia di limone e aggiungetelo a foglie fresche di valeriana. Per ultimo trasferite il tonno e condite con sale ed olio quanto basta. Potete impreziosire la ricetta anche con l’aggiunta di salsa di soia.

Queste sono solo due suggerimenti per gustare i tuna cubes, ottimi sia crudi che cotti in tante altre ricette nate dalla fantasia dello chef. Il tonno peraltro è un ingrediente fondamentale nella preparazione di ricette della tradizione mediterranea; disporre di cubetti di tonno sempre freschi e di elevata qualità rende possibile creare piatti strepitosi in ogni momento dell’anno.

L’importanza e la qualità del surgelato

Nel momento in cui facciamo riferimento a qualcosa di surgelato, si deve tenere bene a mente che questo è completamente diverso dal congelato. Congelare il cibo è una pratica che può essere messa svolta tranquillamente a livello domestico. Nello specifico il processo di congelazione consiste nel portare gli alimenti ad una temperatura che va tra i -6 e i -18 gradi e per poi conservarli ad una temperatura di circa -10 gradi. Questo fa sì che nel momento in cui il cibo verrà consumato e dunque riportato a temperatura perderà qualche valore organolettico e nutritivo andando a deteriorare un po’ la qualità iniziale del prodotto. Tutto questo deriva dal fatto che tramite la congelazione non può essere bloccata del tutto l’attività degli enzimi.

Cubetti di tonno surgelatiAl contrario, quando si surgela l’alimento questo procedimento avviene rapidamente, dunque non può essere svolto a livello domestico. Infatti, il cibo deve raggiungere i -18 gradi in modo veloce così che si vadano a formare dei micro cristalli di acqua che vanno a preservare tutta la struttura biologica dell’alimento in questione, e non vadano perse le sue vitamine, gli zuccheri, i grassi e le altre sostanze nutritive.

Dal momento che questo processo viene svolto industrialmente è appunto soggetto ad una rigida legislazione che possa garantire, in ciascuna fase, che venga mantenuto inalterato sia l’aspetto, sia l’odore che il sapore.

Per esempio, un fattore che deve essere assolutamente rispettato è che non si deve mai interrompere la catena del freddo.

Tuna cubes surgelati consegnati al volo

Fine Food Group ha come suo punto di forza, oltre alla selezione di prodotti di prima qualità, l’organizzazione capillare delle consegne con mezzi opportunamente predisposti. Garantendo il corretto immagazzinaggio e consegnando la merce in perette condizioni, il ristoratore può contare su ingredienti sempre freschi, ottimi, e nella quantità adatta alla sua organizzazione.

I prodotti alimentari distribuiti sono appositamente selezionati per realizzare piatti tipici della cucina messicana, etnica, americana e Tex-Mex. In più, il cliente viene sempre affiancato per consulenze professionali.

 

 

Condividi

articoli correlati

Burger di salmone, la migliore selezione di Fine Food Group

Un’alimentazione equilibrata e salutare è uno dei fondamenti di un corretto stile di vita, ma oggi è diventata soprattutto un’esigenza imprescindibile, in risposta a una maggiore consapevolezza che tutti noi stiamo acquisendo, se non altro spinti dalla ricerca di uno … Leggi tutto "Burger di salmone, la migliore selezione di Fine Food Group"
Leggi

Hamburger di salmone: 5 ricette facili e veloci

Non di sola carne sono fatti gli hamburger! L’hamburger di salmone è il più gustoso tra le alternative di hamburger possibili. Tradizionalmente questa geniale preparazione è realizzata con carne macinata, in particolare con carne di manzo. Come abbiamo approfondito nell’articolo … Leggi tutto "Hamburger di salmone: 5 ricette facili e veloci"
Leggi