Prodotti FFG

Salse monodose Heinz, le gustose salse per la tua tavola

Salse monodose Heinz, le gustose salse per la tua tavola

Gli appassionati di piatti Tex-Mex e della cucina messicana si aspettano di trovare in un locale a tema non solo i loro gustosi manicaretti preferiti, ma anche tutto ciò che contribuisce a renderli irresistibili. È il caso delle salse, classici condimenti che non possono mancare nel menu di un locale o di un ristorante che voglia offrire ai propri clienti una scelta davvero sfiziosa. Tra i vari formati di salsa, quelli monodose poi in particolare rappresentano un vantaggio aggiuntivo, anzi due: sono molto igienici e vengono subito associati al brand e al messaggio che c’è dietro. Le salse monodose Heinz sono l’esempio perfetto di quello che stiamo dicendo, e poterle servire per accompagnare i piatti significa proporre gusto e storia a 360 gradi.

Salse monodose Heinz: scopriamone storia e curiosità

Harry HEINZ STORIANel catalogo di Fine Food Group, molti sono i piatti che vengono esaltati dalle salse, a cominciare dalle patatine per finire con gli hamburger, passando per tutti i gustosi piatti Tex-Mex che si possono immaginare.

Il formato monodose proposto da Heinz è un’invenzione speciale. Tanto per cominciare, le salse a marchio Heinz sono le più famose e le più consumate in tutto il mondo. Del resto la salsa ketchup (tra l’altro nel riconoscibile formato Topdown, ovvero  ‘a testa in giù) è stata creato proprio da questa casa.

Era il lontano 1869 quando mister Henry John Heinz, insieme al suo amico e socio Clarence Noble, cominciò la sua avventura nel settore alimentare, specializzandosi nei condimenti. La prima delle loro creazioni era a base di rafano, secondo la tradizione orientale, ma giusto pochi anni dopo, per la precisione nel 1876, la salsa di pomodoro opportunamente condita, con il suo speciale gusto agrodolce, vide la luce. La stessa che oggi viene venduta anche e soprattutto nelle bustine monodose.

Ad oggi, essendo passati più di 150 anni, la Heinz è diventata una potenza mondiale nel settore, e quindi chi propone le comode, pratiche e igieniche bustine monodose ai propri clienti dimostra attenzione e cura per i cibi che propone.

Le proposte di salse presenti nel catalogo non sono solo quelle Heinz, perchè l’assortimento di questa categoria è davvero estremamente ampio. Dai un’occhiata e scopri tutte le salse del catalogo Fine Food Group.

Un brand che parla di attenzione

È innegabile: quando si acquista un prodotto, un buon 50% della scelta viene influenzato dal gusto, mentre il restante 50% viene condizionato dal marchio. Dietro il marchio, o brand che dir si voglia, c’è una storia, un’immagine, un’idea, un concetto. Nella storia della Heinz c’è proprio questo, e se andiamo a scoprirne aneddoti e curiosità, non possiamo che trovarne conferma.

Il fatto ad esempio che in un periodo in cui tante norme igieniche non si applicavano (e non si conoscevano nemmeno), nella ditta Heinz ci fossero alcuni operai specificatamente addetti alla pulizia degli ingredienti in modo che non causassero problemi igienici, la dice lunga sugli alti standard qualitativi da sempre adottati.

Anche nelle bustine monodose Heinz si ritrova lo stesso modo di operare, portando la salsa sul tavolo del cliente nella dose media prestabilita, dopo un processo che si compone di step precisi e controllati:

  • la coltivazione;
  • il controllo;
  • l’impacchettamento;
  • la vendita

A questi punti, va aggiunto il fatto che la produzione dei prodotti accoglie sempre nuove idee e progetti (ad oggi si contano circa 150 tipologie di salse).

Igiene e salute: questo è stato lo standard della Heinz fin dall’inizio, e questo è rimasto anche oggi. Questo, tra l’altro, ci porta al prossimo argomento.

Perché usare le salse monodose Heinz?

Proponiamo ai nostri clienti le salse Heinz per tanti motivi, ma per due in particolare.

Il primo è quello della sicurezza alimentare, requisito indispensabile per chi gestisce un locale, dal ristorante al pub.

Il secondo è quello del gusto, cioè della certezza di offrire alla propria clientela un prodotto eccellente che faccia la differenza in tavola; vediamoli entrambi.

salse monodose HeinzSecondo il protocollo HACCP innanzitutto (che è l’acronimo delle parole Hazard Analysis and Critical Control Points), le salse in confezioni monodose rispettano gli standard di sicurezza per gli alimenti. La Heinz, prima ancora che questo protocollo di controllo sugli alimenti entrasse in vigore, dedicò un reparto specializzato per la confezione, che chiamò ‘sorveglianza sanitaria’. Tutti i dipendenti avevano docce e manicure gratis, proprio perché confezionavano ‘a mano’.

Oggi naturalmente ci sono i macchinari appositi a farlo, ma gli standard di igiene e sicurezza dell’azienda sono rimasti gli stessi. Ecco perché servire alla propria clientela le salse monodose Heinz significa rassicurare in modo assoluto sulla qualità del prodotto.

Ma non dimentichiamo il secondo punto, e cioè il gusto! Ketchup, Maionese, salsa Cocktail, salsa Barbecue, salsa Ceasar, solo per citare le più famose, sono ottime anche al palato e, abbinate secondo tradizione o seguendo il gusto personale dello chef o quello fantasioso del consumatore finale, garantiscono un “plus” di sapore ad alto impatto!

Ma poiché i prodotti di Fine Food Group si caratterizzano proprio per la grande varietà di scelta, vediamo subito come esaltare i piatti Tex-Mex con l’uso di queste gustose salse.

Come usare le salse monodose Heinz: suggerimenti gustosi

Benché ognuno abbia i propri gusti, con l’assortimento Heinz, grazie all’ampiezza della scelta,  può davvero soddisfare tutti. Il menu del locale quindi può rispondere alle aspettative del cliente proponendo tutti i gusti, o almeno una buona selelzione.

Il condimento, si sa, è uno degli ingredienti fondamentali per esaltare un piatto. Ecco subito un esempio goloso che non potrebbe essere più chiaro: l’idea di un piatto di patatine fritte su ben ricoperto da maionese densa e corposa o da una copiosa dose di ketchup fa venire la classica ‘acquolina in bocca’ solo al pensiero.

Ecco allora qualche suggerimento da inserire nel menu, con l’accompagnamento perfetto della specifica salsa monodose Heinz.

Heinz PatatineKetchup e maionese: le patatine fritte sono le loro regine

Cominciamo con un classico intramontabile: le patatine fritte (hai già scoperto a questo proposito l’innovazione delle Hot2Home?).

Ketchup e maionese sono l’aggiunta perfetta, diremmo immancabile, che rende perfetto questo piatto già delizioso di suo. Per aggiungere una nota in più a questo punto già noto ai più, ti possiamo suggerire di provare un’alternativa altrettanto prelibata: ricopri le patatine con salsa BBQ o con Senape: anche in questa versione, il connubio risulterà perfetto.

Signori e signore: l’hamburger con salsa Barbecue

Ecco un altro piatto che non può mancare in una cucina Tex-Mex e americana. L’hamburger, sia nella versione classica che in quella vegetale, acquista un gusto in più se condito con una salsa. In particolare suggeriamo quella Barbecue, che ne esalta il sapore creando un irresistibile contrasto.

Le sale monodose Heinz non sono solo in bustina; nel catalogo Fine Food Group trovi anche Ketchup, salsa BBQ e Maionese in Dip-pots!

Altre salse, altri formati, sempre Heinz

HEINZ formato KKPer i burger o per condire l’ahmburger al piatto, che sia di carne, di salmone o vegetariano,A un altro suggerimento tutto da provare, è la speciale salsa per burger, fatta con pomodoro, scalogno ed erbe aromatiche. Non nella versione monodose ma al contrario, nella comoda confezione King Kong (da 875 ml) che in cucina risolve problemi di approvvigionamento coniugando quantità con qualità. Nel formato KK infatti trovi molte altre salse Heinz veramente speciali. 

Fagioli messicani in letto di insalata e salsa Ceasar

Quale altro piatto rappresenta la cucina messicana come i fagioli? I classici fagioli neri interi possono essere presentati su un piatto adagiati su un letto di lattughina fresca con a parte la salsa Ceasar. Questa salsa è diventata celebre perché inventata per condire l’omonima insalata con pollo e crostini di pane, ma i suoi utilizzi sono davvero moltissimi.

Pollo fritto con salsa agrodolce

Il pollo fritto è uno dei piatti che nell’immaginario della cucina Tex-Mex soddisfano di più il gusto e il palato. La salsa agrodolce Sweet chili di Heinz accompagna nuggets di pollo in maniera egregia, ma anche molti altri piatti di carne, appetizers e finger food, soprattutto quando si voglia dare una sfumatura asiatica alle pietanze.

Scopri tutti i prodotti a base di carne a cui puoi abbinare tante salse.

Bocconcini di broccolo con salsa affumicata

Continuiamo a dare qualche gustosa idea per affiancare nel menu delizie Tex-Mex e salse Heinz. Un esempio?I bocconcini di broccolo e formaggio, un must della cucina americana, ottimi accompagnati dalla salsa Heinz ‘Smokey Baconnaise’, dal sentore di pancetta affumicata. Il contrasto è davvero delizioso.

Qualche curiosità sulla Heinz da raccontare ai clienti

Chi fa ristorazione conosce bene l’importanza del rapporto con la propria clientela. Quando si serve un prodotto è di certo un segnale positivo poter rispondere a tutte le domande e le curiosità che i clienti possono porre.

Le salse monodose, per quanto siano un particolare piccolo, sono tuttavia di sostanza, e dunque non fanno eccezione. Ecco allora qualche piccola curiosità con cui arricchire il menu o intrattenere il cliente che ne voglia sapere di più.

Heinz vendeva gli ortaggi della mamma a 8 anni

Ecco la prima curiosità che attesta la storia imprenditoriale della famiglia Heinz. Il piccolo Henry John, all’età di appena 8 anni, comincia la sua attività imprenditoriale mostrando una vera attitudine per il business. Inizia infatti a vendere i prodotti dell’orto della mamma. Come si dice: ‘Chi ben comincia è a metà dell’opera!’.

L’azienda fu fondata da Henry a 25 anni

Tanto per non perdere lo sprint iniziale, Henry John fonda l’impresa di famiglia a soli 25 anni. Un giovane talento, lo si definirebbe oggi, e a giusto titolo. Da allora sono passati più di 150 anni, a dimostrazione del fatto che Henry ci aveva visto davvero lungo.

Le prima bottiglie trasparenti sono state quelle della Heinz

Anche l’occhio vuole la sua parte, come si dice, e quando si tratta di cibo non c’è niente di più vero. La Heinz fu la prima azienda a vendere prodotti alimentari in bottiglie di vetro. Oltre a essere estremamente igienico, il vetro permette anche al cliente di vedere quello che sta mangiando. A riprova del fatto che la qualità e la sicurezza alimentare sono da sempre al centro dell’azienda.

La prima azienda biologica della storia

La Heinz è stata un’azienda biologia ante litteram. Infatti sono stati i precursori dello stile alimentare che ha come obiettivo quello di utilizzare ingredienti il più naturali possibile. L’azienda infatti usava coltivare semi di pomodoro al fine di ottenere ortaggi per fare la salsa, che in questo modo era priva di conservanti.

Pure Food and Drug Act

La Pure Food and Drug Act fu una delle prime leggi che portarono, nel tempo, alla creazione dell’attuale Food and Drug Administration, l’organismo che vigila sulla salute dei cittadini attuando uno stretto controllo su prodotti e alimenti. Promulagata nel 1906, questa legge vietava il commercio di medicinali e alimenti senza un’etichetta chiara e trasparente a tutela dei consumatori. Fu proprio la Heinz a caldeggaire l’approvazione di questa legge.

Il barattolo auto riscaldante per i soldati

La Heinz, nel corso dei decenni, si è resa protagonista di gesti pensati espressamente per tutti quelli che consumavano i suoi prodotti, in ogni condizione si trovassero. Ad esempio, durante la seconda guerra mondiale, venne immesso sul mercato un contenitore che era in grado di auto riscaldarsi, pensato per i soldati che mangiavano pietanze fredde. Un gesto che potremmo definire patriottico.

Diamo i numeri

A proposito di numeri, 5.700 sono i prodotti (suddivisi in 150 marchi) che la Heinz vende nel mondo. Il brand è diffuso in oltre 200 Paesi, e tra le salse record c’è il suo ketchup, che nel formato Topdown è stato acquistato finora da ben 650 milioni di persone.

Non dimentichiamoci lo street food!

Come non parlare infine, per chi fa ristorazione, dello street food? In un momento in cui delivery e take away si stanno dimostrando sempre più determinanti per la sopravvivenza e lo sviluppo di un’azienda, lo street food rappresenta l’evoluzione del gusto. Lo street food infatti fa subito pensare al cartoccio con le leccornie all’interno, da gustare passeggiando per poi leccarsi le dita.

A proposito, è molto interessante sapere che il cosiddetto ‘casual dining‘ è aumentato di più del 4% nel solo 2018, quasi raddoppiando le cifre dell’anno precedente. Di cosa si tratta? Letteralmente si potrebbe tradurre con ‘pranzo informale’, ma questa espressione si usa per intendere proprio il cibo da asporto, lo street food e il delivery, con le salse comprese. Sono state proprio le salse a registrare il maggior incremento negli utlimi anni, a riprova che questo condimento fa parte integrante ormai della cucina. Ecco perché non far mai mancare la collezione completa di salse mondose Heinz nel proprio locale.

E se ancora non basta: altri motivi per scegliere Heinz

Dopo tutto quello che abbiamo detto, è chiaro come offrire la gamma completa di salse Heinz, nel formato monodose ma non solo, significhi stare al passo con l’evoluzione del mercato (fondamentale per chi fa ristorazione) ma anche di tenere alta l’attenzione verso la clientela.

Offrire il meglio ai propri clienti è il modo ideale (se non l’unico) per creare quella fiducia che porterà l’avventore a tornare e portare anche i suoi amici. Tanto più in questi giorni difficili dove buona parte dell’attività dei ristoratori si basa sull’asporto e sul delivery. 

Quell’attenzione in più costituita dall’offrire il condimento giusto con un prodotto di consolidata qualità, può fare davvero la differenza e confermare una preferenza che resta oggi, ma anche domani, quando si potrà tornare a consumare nei locali in piena libertà.

Avere sempre nel menu le salse Heinz significa quindi racchiudere in una semplice bustina tutto il brand e la visione futuristica di un’azienda leader.

La parola al cliente: recensioni e opinioni

Nel settore del commercio c’è un celebre motto che recita: ‘Il cliente ha sempre ragione‘.

Se questo è vero, l’opinione di chi consuma le bustine monodose della Heinz può essere senz’altro d’aiuto per chi non le conoscesse (anche se questo sembra davvero impossibile). 

Grazie dunque alla recensioni raccolte dal marketing di Heinz, sia dai profili social che da mille altre iniziative messe in atto negli anni per testare il mercato e migliorarsi, possiamo affermare che chi prova ed usa le salse Heinz esprime sempre una totale soddisfazione.

In primis e in particolare in questo periodo, proprio l’igiene delle bustine monodose è uno dei fattori chiave che rendono apprezzatissimi questi prodotti. Il fatto che le bustine siano in porzioni monodose ‘usa e getta’ rassicura il cliente sul fatto che non condivide un flacone con altri clienti.

Per quanto riguarda la praticità, molto apprezzata è la facilità con cui le bustine si aprono e si versano.

Sul gusto poi sono tutti d’accordo, sottolineando come la salsa nella bustina mantenga inalterato il sapore della salsa in bottiglia.

Particolare non da poco, l’abbondanza: è provato che una bustina monodose di salsa Heinz, qualunque sia la salsa, è più che sufficiente per una porzione di patatine fritte o per condire un hamburger. In questo caso non ci sono inutili sprechi.

Infine, da non sottovalutare mai e poi mai la qualità degli ingredienti usati. Ad esempio, la bustina monodose di ketchup viene apprezzata per il suo gusto delicato, e persone con problemi di acidità riportano di non aver provato alcun fastidio. 

Non c’è dubbio: servire salse Heinz conviene!

 

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre novità?

Iscriviti alla nostra newsletter!

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy